A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Prato: mappe tattili per un ospedale senza pił barriere
 
22.04.2013
TOSCANA
Prato: mappe tattili per un ospedale senza pił barriere

PRATO. Anche il nuovo ospedale di Prato, come gli altri tre gemelli di Lucca, Pistoia ed Apuane, sarà a misura di disabili, senza alcun tipo di barriere architettoniche, sensoriali, culturali e della comunicazione. E tale scelta è stata messa nero su bianco con un protocollo, firmato ieri in Regione Toscana alla presenza dell'assessore regionale Luigi Marroni e di tutti i direttori generali coinvolti. Alla firma è stato presente anche Bruno Cravedi, nella doppia veste di dg dell'Asl 4 e presidente del Sior (Sistema integrato ospedali regionali).

«Il Sior ha accettato la sfida di costruire un ospedale a misura di disabili ha detto Cravedi , cioè un ospedale in cui si abbattono tutte le barriere architettoniche, sensoriali, culturali e della comunicazione che ne impediscono il pieno utilizzo a persone con disabilità psichica e motoria». Così nel nosocomio pratese tutti i piani sono accessibili alle carrozzine, presentano mappe tattili per gli ipovedenti, arredi compatibili con l'altezza delle carrozzine, servizi igienici per i disabili, porte e ascensori di dimensioni adeguate, all'interno. Non solo: all'esterno sono previsti parcheggi auto per disabili, attraversamenti pedonali a raso, percorsi dotati di guida tattile.

La Regione aveva incaricato Massimo Toschi, consigliere del presidente per la difesa dei diritti delle persone disabili, di "testare" il rispetto di tutte le norme in materia di abbattimento di barriere di ogni tipo nella progettazione e costruzione dei quattro nuovi ospedali. Toschi ha svolto le verifiche su un ospedale campione, quello di Lucca.

Coadiuvato dalla presidenza del Sior ha esaminato il progetto del nuovo ospedale espondendo l'indagine alle federazioni regionali di Fish (Federazione italiana superamento handicap) e Fand (Federazione delle associazioni nazionali delle persone con disabilità). I risultati di questa attività sono nel documento «L'ospedale a misura di disabili», approvato da un protocollo condiviso nel quale le Asl si impegnano a controllare la corretta applicazione delle norme anti-barriere, e a introdurre eventuali miglioramenti necessari in corso d'opera.

La Nazione del 20-04-2013


Auch das neue Krankenhaus von Prato wird wie die Krankenhäuser von Lucca, Pistoia und Apuane für Menschen mit Behinderungen vollkommen zugänglich gestaltet, ohne architektonische, sensorielle, kulturelle oder kommunikative Barrieren. Dieser Entschluss wurde zu Papier gebracht und in der Region Toskana im Beisein des regionalen Landwirtschaftsministers Luigi Marroni und aller beteiligten Generaldirektoren unterzeichnet.




« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa