A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » E in Comune arriva il "disability manager" per organizzare i servizi
 
10.06.2013
TOSCANA
E in Comune arriva il "disability manager" per organizzare i servizi

SCANDICCI. Un manager per la solidarietà e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Il consiglio comunale di Scandicci ha approvato all'unanimità (VdP, Pdl, Più Scandicci non hanno partecipato al voto) la delibera che ha dato il via al disability manager. Si tratta di una nuova figura professionale che opererà all'interno della macchina comunale. L'amministrazione è stata tra le prime sul territorio fiorentino a dare il via a questo nuovo ruolo, che sarà strategico per accessibilità e inclusione sociale.

«Il disability manager ha detto il consigliere comunale Pd, Umberto Mucé, presentatore dell'atto è stato previsto dal libro bianco su accessibilità e mobilità urbana, linee guida per gli Enti locali, risultato di un tavolo di lavoro istituito nel 2009 dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e ci pone nel più ampio contesto europeo, per quanto attiene il raggiungimento degli obiettivi di accessibilità ed inclusione sociale posti dalla Commissione europea».

Ma quali saranno i suoi compiti? Avrà competenza strategica ai fini della piena inclusione delle persone con disabilità e sarà capace, dotato di strumenti culturali e di competenze specifiche, di valutarne i bisogni e migliorare la qualità e l'efficacia delle politiche territoriali. «ACCESSIBILITÀ ha concluso Mucé significa che le persone con disabilità abbiano accesso, al pari delle altre persone, al contesto fisico in cui sono immerse, ai trasporti e alle tecnologie per la comunicazione e l'informazione, come pure agli altri impianti e servizi.

L'accessibilità è la precondizione per partecipare nella società e nell'economia». Nei Comuni che si sono dotati di questa professionalità essa è essenziale nel coordinamento dei vari servizi a disposizione delle persone con disabilità, ottimizzandoli, per far sì che essi siano realmente conformi alle loro esigenze, ed evitando così anche gli sprechi. Va inoltre evidenziata la sensibilità dell'amministrazione nel voler attuare, di fatto, strumenti di partecipazione per l'individuazione ed eliminazione delle barriere che impediscono l'inclusione di tutti i cittadini. E infatti, essa ha aderito, per il 2012, alla terza edizione dello Access city award, istituito dalla Commissione europea. Vedremo anche se lo studio portato a termine sulle barriere architettoniche porterà a qualche risultato immediatamente sul territorio.

di Fabrizio Morviducci

La Nazione del 08-06-2013


Ein Beauftragter für Solidarität und den Abbau von architektonischen Barrieren, kurzum Disability Manager. Der Gemeinderat von Scandicci hat einstimmig den Beschluss für den Posten des Disability Manager genehmigt (die Parteien VdP, PDL, Più Scandicci haben sich der Stimme enthalten). Es handelt sich dabei um ein neues Berufsbild innerhalb der Gemeinde. Die Gemeindeverwaltung von Scandicci war eine der ersten in der Toskana, die diese neue Stelle eingeführt haben, der eine wichtige strategische Aufgabe im Bereich Zugänglichkeit und soziale Inklusion zukommt.

Tags: disability manager |  scandicci |  toscana |  barriere architettoniche |  accessibilità |  inclusione sociale | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa