A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Non vedenti, ecco cinque guide per un'informazione accessibile
 
26.07.2013
Non vedenti, ecco cinque guide per un'informazione accessibile

Come utilizzare correttamente i farmaci, chi ha diritto all'esenzione del ticket; informazioni sulle utenze telefoniche, di acqua, gas ed elettricità; come tutelarsi se si stipula un contratto con un'assicurazione o una banca o se si acquistano beni e servizi. E poi: a chi rivolgersi per il reclamo in caso di disservizi, per esempio se il treno arriva in ritardo. Per consentire alle persone con disabilità visiva di accedere a queste e altre informazioni per tutelare i propri diritti di consumatori, sono disponibili in formato audio e in braille cinque guide tematiche su: farmaci e salute, assicurazioni e banche, casa e utenze, commercio e garanzie, trasporti e turismo. Le ha realizzate il Movimento Consumatori nell'ambito della campagna nazionale Open door a tutela dei diritti dei cittadini non vedenti, con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e in collaborazione con l'Unione Italiana dei Ciechi.

DIRITTI DEGLI UTENTI. «Sono consumatori come gli altri che acquistano prodotti e servizi ma per loro l'accesso alle informazioni non è affatto scontato ' afferma Francesca Lulli, una delle promotrici del progetto del Movimento Consumatori ' . Per questo, oltre alla classica assistenza tramite lo «sportello informazioni», abbiamo voluto fornire uno strumento per consentire anche a loro di tutelarsi. Le guide ' continua Lulli 'sono disponibili in braille presso le sedi territoriali delle associazioni di consumatori e di non vedenti oppure online in formato audio». Nell'ambito della campagna Open door è stata poi condotta un'indagine per analizzare l'impatto che la tecnologia ha sulle persone non vedenti e le loro indicazioni per migliorare l'accesso e la fruibilità delle informazioni.

L'INDAGINE. Ebbene, dai risultati del sondaggio, che ha coinvolto un campione di 150 non vedenti, emerge che la tecnologia è vissuta, in genere, come uno strumento che migliora la vita. L'uso del telecomando, negli strumenti tecnologici che lo prevedono, non crea problemi: per esempio, viene utilizzato autonomamente dall'89,7% dei non vedenti che ascoltano la TV. Tutti gli intervistati hanno il telefono cellulare, nella maggior parte dei casi quello tradizionale. Il 34% del campione, che possiede uno smartphone, ha applicativi che lo aiutano sia nel movimento che per altre esigenze. L'85,3% degli intervistati ha il computer: quasi tutti si sono dotati di screen reader, mentre la tastiera in Braille è utilizzata nel 24,4% dei casi. L'83,7% del campione naviga su internet: i non vedenti visitano soprattutto i siti del tempo libero o dei giornali. La rete, quindi, è un mezzo di svago o di informazione per chi non vede, ma non viene utilizzata per rapportarsi con le istituzioni, nemmeno quelle sanitarie.

ACCORGIMENTI UTILI. «Nella maggior parte dei casi l'introduzione di nuove tecnologie o lo sviluppo di quelle già esistenti ha un impatto positivo sulla vita dei non vedenti ' commenta Lulli ' . A volte, però, possono aumentare le barriere a causa, per esempio, dell'uso sempre più diffuso del sistema di touch screen anche per elettrodomestici come la lavatrice. Nessun problema invece con lo smartphone perché viene utilizzato il lettore di schermo». Gli intervistati chiedono un'attenzione maggiore da parte delle aziende produttrici nello sviluppo di tecnologie adatte a chi non vede, tenendo conto della loro accessibilità anche nella fase di ideazione, creazione e produzione di prodotti e servizi. Consigliano poi alle industrie produttrici di inserire online i manuali di istruzione degli apparecchi in formati accessibili (leggibili con lo screen reader o tramite MP3), anziché solo cartacei, in modo da agevolare autonomamente il loro utilizzo.

di Maria Giovanna Faiella
Il Corriere della Sera del 25-07-2013

Tags: guide |  non vedenti |  braille |  farmaci |  esenzione ticket |  utenze |  commercio |  trasporti |  turismo | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa