A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Abili viaggiatori, un seminario a Udine
 
10.03.2014
FRIULI VENEZIA GIULIA
Abili viaggiatori, un seminario a Udine

La "Viaggite" è una gran bella malattia ma siamo davvero sicuri che sia un privilegio per alcuni soltanto, e più precisamente per persone senza alcun tipo di problema, soprattutto fisico-motorio? A sconfessare una convinzione che ancora oggi appartiene a molti e a dimostrare fattivamente che il diritto a viaggiare, a muoversi e a programmare le proprie vacanze in assoluta libertà e senza problemi appartiene a tutti, saranno cinque relatori d'eccezione che proprio giovedì 13 marzo hanno dato al pubblico presente in sala idee, suggerimenti e consigli per vacanze accessibili riportando le proprie personali esperienze.

L'Aula Polifunzionale della Comunità Piergiorgio Onlus di Udine, promotrice dell'iniziativa, si è trasformata dunque in un accogliente "salotto" dove, in vista del periodo primaverile e soprattutto estivo, cinque viaggiatori "speciali" hanno dimostrato ai partecipanti che ognuno di noi ha il sacrosanto diritto al movimento; che sul territorio esistono realtà in grado di aiutare persone con disabilità a non rinunciare ai proprio sogni di libertà e che si può prendere effettivamente un treno, un aereo oppure partire in macchina per una meta agognata pur essendo soli e in carrozzina.

A rompere il ghiaccio del seminario "Abili viaggiatori", aperto al pubblico e di sicuro interesse anche per persone anziane, donne incinte o famiglie con bambini piccoli e, ancora, soggetti colpiti da intolleranze e allergie di vario tipo e anche persone con obesità, è stato Roberto Vitali.

Al presidente e fondatore di Village for all, nato per fornire informazioni affidabili destinate alla programmazione di una vacanza, un viaggio o semplicemente un week end adeguato alle proprie esigenze, è stato affidato il compito di "aprire le danze". «La nostra mission è quella di garantire a ciascuno la sua vacanza. Noi siamo un marchio di qualità e attraverso tutta una serie di informazioni garantiamo a chi si rivolge a noi la scelta di strutture dove esiste effettivamente un'ospitalità accessibile e per tutti».

E mentre Michele Franz del CRIBA FVG ha passato in rassegna i requisiti e i criteri di accessibilità delle strutture e delle zone turistiche, la seconda parte del seminario è stata dedicata a esperienze personali di viaggio e dunque al racconto di chi, con la propria carrozzina o con l'aiuto di uno scooter speciale, ha deciso di girare il mondo narrando alla gente storie di accessibilità e di vacanze possibili.

Lo sa molto bene Fabrizio Marta, fondatore nel 2012 del progetto in rete "Rotellando" e di una rubrica sia sul blog che sul magazine di Vanity Fair. «L'obiettivo è raccontare il viaggio dal punto di vista dell'accessibilità dei luoghi, toccando più le province che le città note, parlando dunque dei posti visitati e mettendo anche in luce le storie delle persone disabili che proprio lì vivono - anticipa Marta, che al momento si sta già preparando per partire alla volta di Marocco, Malta e Finlandia - Quello che faccio è dunque raccontare semplicemente la possibilità di viaggiare e di muoversi in normalità e il 13 marzo parlerò anche del mio viaggio in Sud Africa con video e foto».

Anche il triestino Pietro Rosenwirth è ormai un veterano degli spostamenti cui non ha mai rinunciato, nonostante la sua disabilità, e che affronta da tempo con uno speciale scooter che lui stesso ha fatto omologare in Italia e cui sono state aggiunte due ruote posteriori supplementari così da garantire anche a chi è paraplegico il diritto agli spostamenti. «Per me viaggiare non è soltanto una passione e un modo per conoscere e confrontarsi con altra gente ma è soprattutto un'occasione per portare avanti le mie battaglie in favore dell'accessibilità e dei diritti delle persone con handicap che non sempre, ahimè, vengono rispettati - spiega Pietro che nel 2010 ha creato il progetto "Viaggiare per un sogno: oltre le barriere" - Il diritto al movimento è qualcosa su cui ancora oggi c'è bisogno di lavorare molto».

A chiudere il pomeriggio, che è servito per fornire ai partecipanti suggerimenti concreti e informazioni spendibili personalmente, è stato Sebastiano Marchesan, referente della Consulta Regionale delle associazioni disabili FVG con un intervento dedicato ai Comuni Accessibili quali risorse per qualificare l'offerta turistica del territorio.

«E' stato un pomeriggio pratico e informale - precisa Enrico Pin, consulente informatico dell'Ufficio H della Comunità Piergiorgio - L'estate non è poi così lontana e il problema del diritto al movimento, che troppo spesso è ostacolato dalle barriere architettoniche, è un tema su cui risulta doveroso avere un confronto. Si tratta di un argomento che, oltretutto, non riguarda soltanto persone con handicap fisico-motori ma anche tantissime altre fasce di utenza».


Alcune risorse di approfondimento per conoscere i nostri relatori

Il canale Youtube di Fabrizio Marta
Il canale YouTube di Village4All
Il canale YouTube di Pietro Rosenwirth


Fähige Reisende, ein Seminar in Udine
Roberto Vitali (Village4All), Fabrizio Marta (Rotellando auf Vanity Fair), Pietro Rosenwirth (Viaggiare per un sogno: oltre le barriere – reisen für einen Traum: über die Barriere), Michele Franz (CRIBA FVG) und Sebastiano Marchesan (Consulta regionale delle associazioni disabili FVG – die Regionalberatung der Assoziation der Behinderte) gezeigt haben, dass das Recht zu reisen, zu bewegen und die Urlaube frei und ohne Probleme zu einplanen zu alle gehört. 



Tags: udine |  turismo accessibile |  convegno |  roberto vitali |  village4all |  criba fvg |  michele franz |  fabrizio marta |  rotellando |  vanity fair |  pietro rosenwirth |  enrico pin |  sebastiano marchesan |  consulta regionale associazioni disabili fvg |  ufficio h  | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa