A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » San Luca, un ospedale progettato a misura di persona
 
11.06.2014
TOSCANA
San Luca, un ospedale progettato a misura di persona

Tra i punti di forza del San Luca, come degli altri tre nuovi ospedali toscani Apuane, Prato e Pistoia, c'è il fatto di essere progettato con un'ottica inclusiva, a misura di persona «Una cosa è avere ospedali a norma, lo devono essere tutti, e un'altra è poter contare su strutture prive di barriere architettoniche, come saranno i quattro nuovi nosocomi».

Lo ha spiegato nello scorso mese di aprile il direttore generale dell'Azienda Usl 2 di Lucca Antonio D'Urso in occasione della firma e della presentazione del protocollo condiviso tra l'assessore regionale al diritto alla salute Luigi Marroni, i direttori generali delle Aziende Usl di Lucca, Apuane, Prato e Pistoia, i rappresentanti delle Federazioni Regionali di Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) e Fand (Federazione delle Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità), con cui è stato approvato il documento "L'ospedale a misura di disabile".

La Regione Toscana aveva incaricato Massimo Toschi, consigliere del presidente per la difesa dei diritti delle persone con disabilità, di "testare" il rispetto di tutte le norme in materia di abbattimento di barriere di ogni tipo nella progettazione e nella costruzione dei quattro nuovi ospedali. Toschi ha svolto le verifiche su un ospedale campione, quello di Lucca (il progetto e l'impianto dei quattro ospedali è unico). Coadiuvato dalla presidenza del Sior (Sistema Integrato Ospedali Regionali) e dalla direzione dell'Azienda Usl 2 di Lucca, ha esaminato il progetto del nuovo ospedale e le sue principali caratteristiche, esponendo poi i risultati dell'indagine alle federazioni regionali di Fish e Fand.

I risultati di questa attività sono poi confluiti nel documento approvato lo scorso 19 aprile. «Il protocollo - ha commentato il direttore generale D'Urso - rappresenta un punto fermo e viene attualizzato quotidianamente, attraverso il rapporto con le associazioni presenti sul nostro territorio con le quali il dialogo è continuo. La verifica sul campo è quindi costante, a dimostrazione che non si tratta di una questione di forma, ma di un accordo di grande sostanza». Nel nuovo ospedale, come negli altri tre, tutti i piani saranno accessibili alle carrozzine.

All'interno della struttura saranno inoltre presenti mappe tattili per gli ipovedenti, arredi compatibili con l'altezza delle sedie a rotelle, servizi igienici accessibili, porte e ascensori di dimensioni adeguate. All'esterno, poi, ci saranno parcheggi auto per persone con disabilità, attraversamenti pedonali a raso, percorsi dotati di guida tattile. Nel protocollo è prevista infine un'attività di controllo costante con la disponibilità delle aziende a verificare la corretta applicazione di tutte le norme anti-barriere architettoniche, e anche a introdurre eventuali miglioramenti che si rendessero necessari in corso d'opera.

(Fonte: Il Tirreno del 17-05-2014)


San Luca, ein auf den Menschen zugeschnittenes Krankenhaus

Die Stärke von San Luca, wie auch von den anderen neuen Krankenhäusern in der Toskana Apuane, Prato und Pistoia, ist, dass sie im Hinblick auf Inklusion wirklich personenbezogen geplant worden sind. Das ist ein Projekt, das von dem Regionalreferent für Recht und Gesundheit, Luigi Marroni, von den Generaldirektoren der Firmen Usl von Lucca, Apuane, Prato und Pistoia und von den Vertretern des Regionalverbands von Fish und Fand mitgetragen wird.


Tags: ospedale san luca |  progettazione inclusiva |  fish |  fand |  lucca | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa