A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Stocker: “L'accesso agli edifici pubblici č una questione di diritto e di giustizia”
 
15.10.2014
TRENTINO ALTO ADIGE
Stocker: “L'accesso agli edifici pubblici č una questione di diritto e di giustizia”

"Tutti gli uomini hanno diritto di accedere senza ostacoli agli edifici pubblici, dove servirsi dei servizi e delle prestazioni offerte, e questo a prescindere dal loro stato fisico. Il grado di umanità di una società si misura all'atteggiamento rivolto alle persone con disabilità". Con queste parole l'assessore Martha Stocker, lo scorso 3 ottobre, ha rinnovato il suo impegno per l'abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici della Provincia e ha rilanciato "Progettare, costruire per tutti", il convegno che si terrà il 29 ottobre presso la Libera Università di Bolzano.

La Giunta provinciale il 30 settembre scorso, ha approvato un piano d'intervento che prevede lavori e adeguamenti per l'eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche, con interventi più o meno importanti, in 160 edifici di proprietà della Provincia (sedi di uffici, distretti socio-sanitari, stazioni forestali, scuole).

Come ha spiegato l'assessore provinciale Christian Tommasini, "i lavori previsti saranno realizzati dal Dipartimento lavori pubblici prevedibilmente nell'arco di cinque anni, 2015-2019, per un investimento totale di 15,75 milioni di Euro, messi a disposizione da parte dello stesso Dipartimento". Come ha proseguito, "Si tratta di soldi ben investiti per due ragioni: da un lato si garantisce a tutti i cittadini l'accessibilità degli edifici pubblici, e, dall'altro, gli investimenti indirettamente hanno un ritorno economico in favore del comparto edilizio altoatesino. Ci impegneremo al massimo nel garantire le risorse per proseguire i lavori".

In totale gli edifici di proprietà provinciale censiti sono 325, scremando quelli con licenza d'uso a norma, ne restavano 253. A fronte di 93 edifici a norma ne risultavano 160 da sbarrierare sparsi su tutto il territorio provinciale.

Gli interventi più frequenti per l'adeguamento interessano gli accessi, i bagni e gli ascensori. Fra gli edifici da adeguare, pur con interventi minimi, a Bolzano vi sono tra gli altri, accanto al palazzo del Consiglio provinciale, del quale si è preso visione oggi, i palazzi della Provincia in via Andreas Hofer 18 (sede degli uffici del Dipartimento scuola e cultura tedeca) ed il palazzo che ospita gli uffici del Dipartimento agricoltura e foreste in via Brennero 6. Sempre a Bolzano, fra gli esempi positivi di edifici provinciali privi di barriere architettoniche, la palazzina del Liceo classico G.Carducci, in via Manci 6.

Enzo Dellantonio
, presidente della Cooperativa sociale Indipendent L in rappresentanza della Federazione per il Sociale e la Sanità, e Nikolaus Fischnaller del Centro Ciechi hanno dato una dimostrazione pratica delle loro esperienze personali con le barriere architettoniche accedendo al palazzo del Consiglio provinciale. Dellantonio ha tenuto a precisare che gli interventi di sbarrieramento non sono a vantaggio esclusivo delle persone con disabilità, ma di tutta la popolazione. Fischnaller da parte sua ha fatto presente che a volte interventi che vanno bene ai disabili in carrozzella, creano invece difficoltà per gli ipo e non vedenti.

"Progettare, costruire per tutti" è il titolo di un convegno specialistico a partecipazione internazionale che si terrà il 29 ottobre 2014
presso la Libera Università di Bolzano, in Piazza Università 1, (8.15-13.00). Si parlerà della sensibilizzazione verso una progettazione edilizia priva di barriere architettoniche che torna utile a tutti i cittadini. Sono previsti gli interventi di Leris Fantini, vicepresidente del CERPA Italia Onlus (con sede legale a Trento), Ulrike Rau, referente per l'edilizia senza barriere architettoniche di Berlino.

Consulenza tecnica per abitare, lavorare e vivere senza barriere architettoniche viene offerta dall'Ufficio Persone con disabilità. La consulenza si rivolge soprattutto a progettisti, architetti, geometri, ma anche persone private ed enti pubblici.
La Ripartizione Edilizia Abitativa, da parte sua, provvede alla concessione di agevolazioni edilizie per consentire alle persone disabili con deficit funzionali permanenti, di adeguare la propria abitazione alle loro esigenze specifiche e così muoversi in completa autonomia e sicurezza. Tramite l'Ufficio tecnico dell'edilizia agevolata vengono concessi contributi a fondo perduto alle persone, alle famiglie, ma anche a condomini o istituti dove risiedono stabilmente queste persone.

Ulteriori informazioni dettagliate al sito
www.provincia.bz.it/politiche-sociali/temi/persone-handicap-invalidi-civili.asp



Landesrätin Stocker: „Der Zugang zu öffentlichen Gebäude ist eine Rechts- und Gerechtigkeitsfrage"
Am Sonntag, den 5. Oktober 2014, hat staatsweit der Aktionstag zum Abbau von architektonischen Barrieren stattgefunden. Landesrätin Martha Stocker und Landesrat Christian Tommasini nahmen diesen Tag für die Ankündigung zum Anlass, die öffentlichen Gebäude in Landesbesitz für alle zugänglich zu machen.
Jeweils am 1. Sonntag im Oktober findet der "Nationale Tag zum Abbau der architektonischen Hindernisse" statt. Heuer verkündeten die Landesrätin für Gesundheit und Soziales, Martha Stocker, und der Landesrat für Wohnbau und öffentliche Bauten, Christian Tommasini, dass alle rund 160 landeseigenen Gebäude in ganz Südtirol barrierefrei gestaltet werden, indem jetzt die notwendigen kleineren oder größeren Anpassungen vorgenommen werden sollen. Die Realisierung aller vorgesehenen Arbeiten durch das Ressort für Bauten wird voraussichtlich 5 Jahre dauern und mehr als 15.750.000 Euro kosten.
Das Landesamt unterstützt den Abbau von architektonischen Barrieren und hat für den 29. Oktober in der Freien Universität Bozen eine Expertentagung zum Thema „Planen, bauen für alle" organisiert. Einlass ist ab 08.15 Uhr.





« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa