A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Un 2015 all'insegna della ricerca progettuale per l'accessibilità
 
15.01.2015
FRIULI VENEZIA GIULIA
Un 2015 all'insegna della ricerca progettuale per l'accessibilità

Una scuola dell'infanzia inclusiva, dove l'accessibilità, la fruibilità e l'orientamento sono al centro di un progetto che fonda la sua tesi sui principi del Design for All, dello Universal Design e dell'Ergonomia.
Alice D'Andrea, laureata in Architettura presso l'Università di Udine - Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura, ha ricevuto lo scorso 7 gennaio il premio istituito dalla Consulta Regionale Associazioni Disabili FVG, in collaborazione con la Banca di Cividale per la sua tesi di laurea "Uno spazio di crescita per tutti i bambini. Studio e progetto di una scuola dell'infanzia inclusiva". Relatrice della tesi è stata Christina Conti che da anni collabora nello sviluppo delle attività didattiche con il CRIBA FVG e la Consulta Regionale Disabili e che ricopre anche il ruolo di coordinatrice del Comitato Tecnico Scientifico del CRIBA FVG.

Indagando le necessità di ogni bambino, Alice D'Andrea ha progettato uno spazio confortevole che lo accompagni nel delicato processo istruttivo che risiede nella scuola dell'infanzia, partendo dall'intero sistema architettonico e non agendo solamente sui singoli elementi, fino ad arrivare ad una concezione dei vari ambienti pensata "a misura" ed allo studio del dettaglio che porta con sé la determinazione dei sistemi costruttivi e dei materiali adatti alla realizzazione di una struttura ideale. Viene così elaborata un'Architettura for All, con lo scopo di aiutare i piccoli a relazionarsi con i pari, attraverso modalità che tengano conto e diano valore alle particolari e specifiche condizioni di ciascuno, incrementando la capacità di accettazione della diversità, di cooperazione e di collaborazione reciproca. Per rendere tutto questo possibile, particolare attenzione è stata data alla composizione degli spazi e del Wayfinding, che punta a sviluppare nei bambini una capacità di comprensione dell'area che permetta ad ognuno di sentirsi autonomo nel movimento all'interno dell'edificio, nonché una maggiore consapevolezza e fiducia.

Alla fine del percorso è risultato chiaro che il ruolo del progettista e dell'architettura, soprattutto nella scuola dell'infanzia, diventa fondamentale perché è proprio all'età di tre anni o poco più che i bambini entrano a far parte del mondo delle interazioni e della socialità ed è dunque in questo particolare momento che la loro educazione va seguita in modo accurato. Nella fattispecie, per i bambini con disabilità, la volontà di autonomia nel fruire gli spazi in modo autonomo e sicuro, il desiderio di interagire con gli altri bambini senza paura ed esplorare il mondo fin dalla tenera età, risulta essere un grosso incentivo esteso alla vita futura di tutti.

La borsa di studio è stata consegnata da Vincenzo Zoccano, presidente Consulta Regionale Associazioni Disabili FVG, e di Ernestina Tam, presidente del Comitato Provinciale di Udine, i quali hanno espresso notevole soddisfazione per il dettagliato lavoro di ricerca effettuato, che hanno ribadito come sia fondamentale investire nella sensibilizzazione e nella creazione di una cultura dell'accessibilità dei futuri progettisti.



2015 für die Planungsforschung und die Zugänglichkeit
Ein inklusiver Kindergarten, in welchem Zugänglichkeit, Benutzbarkeit und Orientierung Kern eines Projektes sind, das auf den universellen Prinzipien des Design for All, des Universal Design und der Ergonomie beruht. Alice D'Andrea, Architekturabsolventin der Universität Udine - Abteilung für Ingenieurbau und Architektur - hat am 7. Jänner für ihre Abschlussarbeit "Uno spazio di crescita per tutti i bambini. Studio e progetto di una scuola dell'infanzia inclusiva" (mit dem Titel ein Raum zum Wachsen für jedes Kind. Studie und Projekt eines inklusiven Kindergartens) den Preis der Consulta Regionale Associazioni Disabili FVG (Regionalbeirat der Behindertengenossenschaften FVG) in Zusammenarbeit mit der Bank von Cividale gewonnen. Ihre Referentin war Christina Conti, die seit Jahren für die Entwicklung der Lehrtätigkeiten mit CRIBA FVG und dem Regionalbeirat der Behindertengenossenschaften zusammenarbeitet. Sie ist auch Koordinatorin des Comitato Tecnico Scientifico del CRIBA FVG (Wissenschaftlich-technisches Komitee des CRIBA FVG).






« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa