A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Turismo accessibile: lettera a Franceschini
 
07.05.2015
TURISMO
Turismo accessibile: lettera a Franceschini

Centri di prenotazione preparati, agevolazioni fiscali a chi abbatte barriere architettoniche, adeguamento della cartellonistica, delle teche e dei percorsi nei musei e nelle aree monumentali ed archeologiche. Queste sono tre delle 15 richieste che l'Associazione italiana turismo responsabile (Aitr) consegna oggi a Dario Franceschini, ministro per i Beni culturali e il Turismo, perche' la filiera turistica nazionale sia effettivamente accessibile a tutti: persone con disabilita', anziani, bambini, malati.

I 15 punti/richieste sono "a nostro avviso strategici e ci auguriamo che, al di la' di quello sinora fatto, molto e di piu' si possa ancora realizzare, per costruire un asse strategico nazionale del settore turistico", scrivono Maurizio Davolio, presidente, e Alessandro Napoli, referente tavolo per l'accessibilita' di Aitr, a cui aderiscono un centinaio di realta' (tour operator, cooperative, fondazioni, associazioni) che si occupano di turismo. Secondo l'Aitr e' fondamentale "sostenere e valorizzare centri di prenotazione e comunicazione on line e off line che promuovono e curano l'accessibilita' nella filiera turistica".

Inoltre bisogna prevedere agevolazioni fiscali per quegli operatori turistici che decidono di rendere accessibili strutture e attivita' turistiche. Anche gli enti pubblici, gli enti locali e lo Stato devono fare la loro parte: innanzitutto adeguando "la cartellonistica nei musei e nelle attrattive monumentali dello Stato per l'effettiva fruizione da parte di tutti con la definizione di standard per la loro intelleggibilita' (uso del codice braille, adeguamento dell'illuminazione, utilizzo di superfici non riflettenti, impiego di caratteri ingranditi e a contrasto...).

Inoltre devono "adeguare musei, monumenti e aree archeologiche con la definizione degli standard di altezza per l'allocazione di teche ed opere esposte, per la fruizione di bambini e persone in carrozzina, e l'adeguamento di strumentazione e percorsi di fruizione perdisabili sensoriali delle vista e dell'udito". Nel documento Aitr propone anche che a livello locale siano creati referenti, commissioni e coordinamenti che si occupino di accessibilita' delle strutture turistiche. E che siano poi verificati gli adeguanti annunciati.

(www.redattoresociale.it)


Zugänglischer Tourismus: ein Brief für Franceschini

Qualifizierte Reservierungsstellen, Steuererleichterungen für diejenigen, die die architektonischen Barriere abbauen, Anpassungen von Schildern und Besucherwegen in den Museen und in den archäologischen und monumentalen Einrichtungen. Diese sind nur drei der fünfzehn Anfragen, welche die Associazione italiana turismo responsabile (Aitr) (die italienische Vereinigung für den verantwortungsvollen Tourismus) an Dario Franceschini, den Minister für Tourismus und Kulturgüter gestellt hat. Ziel ist es, dass die nationale Tourismuskette für alle, und zwar für Gäste mit Behinderungen, ältere Personen, Kinder und Kranke zugänglich wird.




« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa