A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » A Foligno il Festival per le cittą accessibili
 
Foligno (PG) - 10.09.2015
ITALIA
A Foligno il Festival per le cittą accessibili

Un appuntamento tecnico e uno più divulgativo. Dopo l'incontro in primavera con l'architetto Consuelo Agnesi, esperta in accessibilità e socia di Cerpa Italia onlus, la presentazione del dispositivo per persone ipovedenti e non vedenti Horus e quella della casa editrice per bambini con esigenze speciali Punti di vista e l'avvio di un tavolo di lavoro con gli Ordini professionali di architetti e ingegneri e l'Albo dei geometri, venerdì 18 e sabato 19 settembre prosegue il Festival per le città accessibili, organizzato a Foligno dall'omonimo associazione insieme al Comune folignate, con i patrocini della Regione Umbria e della Provincia di Perugia.

Venerdì 18 dalle ore 9 alle 19.30, a Palazzo Trinci è in programma la giornata di formazione per le professioni dell'ambiente costruito "Una città, una persona", a cui intervengono (in ordine alfabetico): Adriano Mancini, software engineer dello spin-off dell'Università politecnica delle Marche Si2g che sviluppa sistemi informativi intelligenti per la geografia; Alessandra Farris e Lorenzo di Ciaccio della startup per l'accessibilità delle persone sorde IntendiMe; l'ingegnere Andrea Tittarelli; l'agronoma Beatrice Marucci; l'architetto Consuelo Agnesi; l'architetta e giornalista di Superabile.it Daniela Orlandi; Elisa Ghisu, storica, esperta di urban games e socia fondatrice dello spin-off sostenuto dall'Università di Sassari TaMaLaCà; Iginio Rossi, architetto e presidente della società Urbit - Urbanistica italiana; Maurizio Angelici, architetto e dirigente della sezione Territorio della Regione Umbria; Melissa Tondi, storica dell'arte e componente della commissione Accessibilità museale dell'Icom.

Venerdì 19 dalle ore 9.30 alle 12.30, sempre a Palazzo Trinci si terrà invece l'incontro con Mirco Mencacci, sound designer tra i più richiesti dal cinema italiano (tra gli altri ha lavorato con Ferzan Ozpetek e Marco Tullio Giordana), alla cui vita è ispirato il film "Rosso come il cielo". Toscano, nato nel 1965, all'età di 4 anni Mencacci ha perso la vista a causa di un colpo di fucile partito accidentalmente. Fu quindi costretto a trasferirsi a Genova per frequentare una scuola speciale per non vedenti. Qui ha scoperto il suo talento per la musica e per il suono. A Foligno racconterà la sua storia e la sua battaglia contro il rumore, per lui "il secondo inquinante al mondo".


Tags: festival per le cittą accessibili |  foligno |  perugia |  formazione |  mirco mencacci |  consuelo agnesi | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa