A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Linee guida per la città futura «Dovrà essere accessibile e sociale
09.11.2011
Linee guida per la città futura «Dovrà essere accessibile e sociale

SCANDICCI. Terminato il giro delle assemblee pubbliche, per il regolamento urbanistico arriva il momento di concretizzare. Le assemblee coi cittadini per di più hanno arricchito gli amministratori di spunti, segnalazioni, critiche, consigli. Ora sarà importante tenerne conto e migliorare ancora il nuovo strumento di pianificazione territoriale del comune. Le parole d'ordine saranno: accessibile e social. Così l'assessore all'urbanistica, Alessandro Baglioni sta disegnando la Scandicci del futuro. Certo regna ancora la città compatta di Richard Rogers, disegnata intorno alla tramvia, opera cardine dell'innovazione cittadina. Le modifiche del contesto sociale e la crisi dell'edilizia hanno convinto l'amministrazione a ripartire con un nuovo regolamento urbanistico.

IMPRESA Si punta sull'espansione del tessuto produttivo e tante sono le imprese che hanno chiesto la possibilità di ampliare: Gucci, Banci, Braccialini Frigel, Brandini, Molteni, Almax e Giotti. Lo studio dell'Università di Firenze sulle dinamiche del tessuto sociale, ha confermato per il territorio comunale la vocazione economica e produttiva con funzioni sistemiche metropolitane e proiezioni a livello di operatività globale. Sul nuovo piano dunque, si lavora ad alcuni elementi sostanziali: la valorizzazione del tessuto di prossimità su commercio artigianato e servizi nei quartieri, un incentivo per l'housing sociale nella residenza e un percorso finalizzato a definire l'assetto di piazza Togliatti lungo la prosecuzione dell'asse urbano con via Aleardi.

BARRIERE Città accessibile' significa l'abbattimento delle barriere architettoniche. Oltre alla segnalazione sul web e da parte delle associazioni che si occupano di disabilità si farà uno studio sulla rispondenza dei plessi scolastici riguardo le esigenze del territorio.

COSA RESTA DA FARE Oltre al nuovo, ci sono anche i vecchi progetti da portare a compimento. Rispetto al regolamento urbanistico attualmente in vigore è stato realizzato oltre il 42% dei progetti senza varianti. E' stato definito anche il progetto delle opere di urbanizzazione di via Masaccio da portare all'attenzione della giunta. E' pronto il progetto su Largo Spontini. L'amministrazione da sempre rivolge un appello ai costruttori: su un territorio messo a disposizione, ci si aspettano interventi che vadano a buon fine. Il prossimo passo sarà il project per gli impianti sportivi e il concorso di idee per piazza Togliatti. Il regolamento dovrebbe andare all'esame del consiglio nella prima metà del prossimo anno.

di Fabrizio Morbiducci
La Nazione del 08-11-2011




« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa