A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » ZTL senza barriere, ora possibile!
 
18.09.2012
TOSCANA
ZTL senza barriere, ora possibile!

L'accesso alle ZTL per le persone con disabilità - pur non trattandosi di vera e propria barriera - ha creato diverse problematiche: solo il fatto di dover ogni volta chiedere il permesso di accesso, rappresentava una barriera soprattutto per chi doveva entrare nella ZTL di un comune diverso da quello di residenza.
Grazie al Progetto Mirto, messo in atto dall'assessorato al Sociale della Regione Toscana, in collaborazione col Centro Regionale di Informazione e Documentazione sull'accessibilità (CRID), questa barriera è stata superata: le persone con disabilità potranno, infatti, disporre di un contrassegno valido per tutte le ZTL presenti sull'intero territorio regionale e potranno pertanto accedervi a prescindere dal comune di residenza.

Il Progetto Mirto è stato presentato mercoledì 5 settembre presso la sede del CRID dove tra l'altro si trova la Scuola nazionale Cani Guida per Ciechi. All'incontro erano presenti, tra gli altri, Giovanni Pasqualetti, dirigente nel settore del Sociale presso la Regione Toscana, Virgilio Moreno Rafanelli, Presidente FAND regionale, nonché della sezione dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Pistoia e molti altri ancora.
Il sistema della ZTL riconosce il contrassegno, permettendo così al veicolo sul quale si trova il soggetto disabile, di transitare liberamente.

"Il fatto che il sistema riconosca il contrassegno e non la targa della vettura", ha dichiarato Virgilio Moreno Rafanelli, "è per noi non vedenti una notizia ottima!" Capita infatti sovente che un soggetto con disabilità, soprattutto se si tratta di persone non vedenti, si faccia accompagnare ogni volta da una persona diversa su una vettura diversa.

Lo stesso Giovanni Pasqualetti ha dichiarato, nel suo intervento di presentazione del progetto, che molto ancora resta da fare per tutto ciò che concerne l'accessibilità, ma la messa appunto di Mirto è sicuramente un grande passo in avanti. Inoltre, il CRID ha effettuato, nell'arco di tempo che va dallo scorso aprile allo scorso giugno, un importante monitoraggio riguardo ai contrassegni ad oggi attivi sui 287 comuni toscani a cui è stata inviata la richiesta; seppure 51 comuni non abbiano risposto, la risposta degli altri è senz'altro un segnale positivo, un segnale di interesse verso la tematica, interesse che, tra l'altro, è stato mostrato dal Comune di Capannori, presente all'incontro del 5 settembre col suo assessore al Sociale e che, pur non disponendo di ZTL, si è detto disponibile a far parte del progetto. Si può dunque affermare che un'altra barriera è stata superata, e il tutto è di buon auspicio per poterne in futuro superare altre ancora.



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa