A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Accessible light, la casa parla con le luci
 
31.08.2016
CERPA
Accessible light, la casa parla con le luci

Una spia bianca per il citofono, una rossa per il timer del forno, una blu per il rubinetto rimasto aperto. È un sistema che abbatte le barriere sensoriali negli spazi domestici e in quelli pubblici, interni o esterni, quello messo a punto dall’architetta e socia di Cerpa Consuelo Agnesi. Si chiama “Accessible light” e permette di tradurre i suoni in luci e colori.

“Accessible Light è la risposta per tutti, non solo per le persone con disabilità – scrive Consuelo Agnesi sul sito di Studioinmovimento –. Utilizza tecnologie all'avanguardia nel settore dell'automazione e supervisione, per facilitare l'accessibilità alla comunicazione e incrementare la sicurezza domestica per le persone sorde”.

“Noi sordi – ha spiegato l’architetta in una recente intervista – utilizziamo la vista. Ogni spazio deve quindi essere ripensato, ridefinito secondo riferimenti fondati sulla luminosità e su escamotage spaziali, su una corretta comunicazione plurisensoriale e una corretta fruibilità dal punto di vista architettonico che della sicurezza”.

Il sistema domotico è personalizzabile, ha un controllo centralizzato, può dialogare con dispositivi mobili e permette anche di ridurre i consumi energetici. Conforme alle normative nazionali, abbina progettazione estetica scenografica e funzione sociale. “Azzerare le barriere architettoniche e sensoriali – conclude Agnesi – significa pensare in maniera sensibile, partendo da basi semplici per arrivare a risultati funzionali”.


Tags: progettazione |  accessibilità |  sordità |  suono |  luce | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa