A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » BlindWiki, una mappa sensoriale per conoscere Venezia
 
Venezia - 12.05.2017
ITALIA
BlindWiki, una mappa sensoriale per conoscere Venezia

Un’applicazione per smartphone, un’esposizione, un documentario, un seminario internazionale e una serie di tour in barca per conoscere (e ascoltare) una Venezia inedita: è un progetto per l’accessibilità universale “Catalonia in Venice 2017_La Venezia che non si vede” dell’artista catalano Antoni Abad, a cura di Mery Cuesta e Roc Parés e prodotto dall’Institut Ramon Llull per la Biennale arte. Un progetto che ha portato alla realizzazione di una mappa sensoriale di Venezia, grazie alla collaborazione di persone non vedenti o ipovedenti, che hanno condiviso le loro esperienze e le loro difficoltà nel muoversi per calli e campi, mostrando gli aspetti urbani meno evidenti.

Disponibile gratuitamente sia per iOS che per Android, l’app BlindWiki è stata sviluppata da Matteo Sisti Sette e AKX, geolocalizzando le registrazioni effettuate durante delle escursioni per Venezia da persone non vedenti, studenti universitari dello Iuav e di Ca’ Foscari, e volontari di alcune associazioni cittadine. Tutte le registrazioni sono ora accessibili dallo smartphone e raccontano il paesaggio urbano così come viene vissuto quotidianamente. Alla mappa possono contribuire anche i visitatori della Biennale e i cittadini, registrando le loro impressioni, sempre attraverso l’app.

Parallelamente, per avvicinare il pubblico a BlindWiki, Abad ha diretto un documentario – con sottotitoli italiano, inglese e audiodescrizione – realizzato da Daniele Zoico, che viene proiettato nello spazio espositivo ai Cantieri navali di Venezia (fondamenta Quintavalle, Castello 40) fino al 26 novembre. Il progetto è accompagnato da una pubblicazione e da un fumetto tattile, con disegni a rilievo di Max (ovvero Francesc Capdevila, Premio Nazionale del Fumetto in Spagna, 2007), la cui sceneggiatura nasce dalla collaborazione dei partecipanti non vedenti.

Per tutta la durata della Biennale Arte, si svolgeranno inoltre dei tour in barca in cui 4 passeggeri alla volta saranno guidati da persone non vedenti in un percorso sensoriale inclusivo lungo i canali che circondano i Cantieri Navali. I tour si effettuano su prenotazione (cell. 342 5005393) venerdì e sabato nel pomeriggio (dalle ore 15 alle 18). Durante i mesi di maggio e giugno anche la mattina (dalle ore 11 alle 14). A ottobre, luglio, agosto e settembre il sabato dalle ore 18 alle 20.

A completare il progetto “Catalonia in Venice 2017_La Venezia che non si vede”, infine, il seminario internazionale “Cartographies of the Unseen”, in programma lunedì 15 e martedì 16 maggio allo Iuav (palazzo Badoer, aula Tafuri, San Polo 2468): sarà l’occasione per presentare il lavoro svolto dalla comunità di cittadini, studenti e ricercatori che hanno collaborato a BlindWiki. Al seminario partecipano, oltre a Antoni Abad , anche Alessandro Trovato dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Venezia, Valeria Bottalico (ideatrice dei percorsi tattili alla Collezione Peggy Guggenheim) e la professoressa dello Iuav (e socia di Cerpa Italia onlus), l’architetta Valeria Tatano.

Photo credit: Blind Wiki


Tags: accessibilità |  venezia |  biennale arte |  catalonia in venice |  la venezia che non si vede |  antoni abad | 
Allegati:
1 - Il programma del seminario internazionale "Cartographies of the Unseen"




« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa