A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Umbria: 22,5 milioni per l'inclusione sociale
 
05.07.2017
UMBRIA
Umbria: 22,5 milioni per l'inclusione sociale

Tramite l’utilizzo di risorse del Fondo sociale europeo, la Regione Umbria ha iniziato ad approvare degli accordi con le Zone sociali per la realizzazione di interventi innovativi per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà, tra cui i progetti di vita indipendente per le persone con disabilità. Circa 22,5 milioni gli euro messi a disposizione fino al 2020.

In particolare, la Giunta regionale – su proposta dell’assessore alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini – ha approvato una serie di accordi di collaborazione con alcuni Comuni capofila delle Zone sociali con il fine di consentire l’attuazione di servizi innovativi per aumentare l’inclusione e ridurre la povertà.

Tra gli interventi previsti, l’incremento dell’assistenza domiciliare rivolta a bambini e ragazzi con disabilità; il sostegno a persone con disabilità giovani e adulte, mediante lo svolgimento di tirocini extracurricolari, borse lavoro, attività di tutoraggio; la sperimentazione di progetti di vita indipendente; il rafforzamento della domiciliarità per persone anziane non autosufficienti;    l’ampliamento della mediazione familiare.

L’importo complessivo delle risorse europee che la Regione Umbria ha deciso di destinare alle politiche sociali è di oltre 55 milioni di euro, di cui circa 22,5 tramite intese con i Comuni capofila delle dodici Zone sociali. Ai Comuni capofila verranno destinati i fondi per la realizzazione degli interventi a favore di tutti gli enti costituenti le stesse Zone sociali.

L’intenzione è quella di realizzare una programmazione sulla base delle necessità concrete delle diverse comunità, dal momento che Comuni capofila e territori possono interpretare in maniera più precisa i bisogni delle persone e, quindi, dovrebbero essere in grado di dare risposte più efficaci. Le risorse vengono infatti ripartite secondo principi di proporzionalità e di rispondenza ai bisogni rilevati.

Agli accordi di collaborazione che sono già stati approvati con i Comuni capofila di Foligno (2,5 milioni di euro), Assisi (1,6 milioni), Marsciano (1,4 milioni), Panicale (1,4 milioni) e Orvieto (oltre un milione), seguiranno entro metà luglio anche quelli con Perugia, Città di Castello, Spoleto, Terni, Narni, Gubbio e Norcia.

Fonte: Centro per l’autonomia umbro


Tags: regione umbria |  inclusione sociale | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa