A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » Qualità urbana e accessibilità: le chiavi per una vera e propria rigenerazione
 
14.11.2012
FRIULI VENEZIA GIULIA
Qualità urbana e accessibilità: le chiavi per una vera e propria rigenerazione

Rigenerazione urbana: così l'assessore regionale a Lavori pubblici e Pianificazione del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi ha definito il percorso avviato dal CRIBA (Centro regionale di informazione sulle barriere architettoniche) e dal CERPA Italia Onlus, con il convegno "Pianificare la qualità urbana: oltre l'accessibilità" che si è tenuto l'8 novembre a Pasian di Prato. Secondo Riccardi - che ha chiuso i lavori del convegno al quale hanno partecipato oltre 200 persone e a cui sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della Consulta Regionale delle Associazioni dei Disabili, Mario Brancati, ed il direttore dell'Azienda per i Servizi Sanitari n. 5 - Bassa Friulana, Paolo Bordon - "L'accessibilità è la vera sfida di quest'idea di rigenerazione dei nostri abitati, una rigenerazione che non deve essere solo abbattimento delle barriere architettoniche ma al contempo lo sviluppo di condizioni di vivibilità e di fruibilità eguali per tutti".

Un concetto che riguarda prima di tutto le persone con disabilità ma che in realtà interessa anche altri soggetti: anziani, malati, turisti e viaggiatori che vogliono conoscere il territorio e non solo. Dunque rigenerare il tessuto dei centri storici e governare i patrimoni esistenti, edilizio e urbanistico, inserendo in questi ambiti nuove e moderne politiche di eliminazione delle barriere architettoniche, è necessario per rendere effettivamente la nostra società più solidale e quindi più ricca.

In Friuli Venezia Giulia, queste nuove politiche potrebbero trovare a breve concretizzazione: in materia di superamento delle barriere architettoniche, infatti, la regione sta lavorando ad una bozza di disegno di legge che, grazie alla collaborazione della Consulta disabili e del CRIBA FVG, potrebbe venire discussa e possibilmente approvata entro la fine dell'attuale legislatura.

Le linee di indirizzo della nuova norma, che spaziano dall'urbanistica al settore dell'edilizia, alla materia dei trasporti, alla pianificazione territoriale si propongono di garantire condizioni di vita che consentano ai soggetti con disabilità una piena fruizione di spazi e servizi.

Il convegno ha sicuramente messo in evidenza che la strada da percorrere verso una qualità urbana che garantisca a tutti la fruizione e l'utilizzo degli spazi è ancora lunga ed impervia, visti i risultati dell'indagine condotta nel 2011 dall'Area Welfare di Comunità ASS n. 5 e dal CRIBA FVG all'interno del progetto strategico regionale LADI (Laboratorio regionale in tema di Accessibilità Domotica Innovazione): solo 9 dei 127 Comuni della regione censiti, con più di duemila abitanti, hanno confermato di aver approvato un Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, richiesto dalla legge n. 41 del 1986, ben ventisei anni fa.

Al seminario sono inoltre intervenuti Christina Conti e Ilaria Garofolo delle Università degli Studi di Udine e Trieste, Paola Stuparich dell'Enaip FVG, Paola Pascoli del CRIBA FVG, Carlo Zanin dell'Area Welfare di Comunità A.S.S. n. 5, Antonio Lauria del Centro Tesis di Firenze, Roberto Dall'Armi della Direzione Lavori Pubblici della Regione Veneto, Stefano Maurizio e Piera Nobili del CERPA Italia Onlus e Leris Fantini del CRIBA Emilia-Romagna.
L'evento è stato organizzato dal CRIBA Friuli Venezia Giulia e dal CERPA Italia Onlus, in collaborazione con Regione autonoma Friuli Venezia Giulia (Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali), Azienda per i Servizi Sanitari n. 5 Bassa Friulana, Area Welfare di Comunità, ENAIP Friuli Venezia Giulia, ForSer, Università degli Studi di Trieste - Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Udine - Dipartimento di Architettura e Consulta Regionale delle Associazioni dei Disabili del Friuli Venezia Giulia.








« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa