A- A+
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Guarda il nostro canale su YouTube RSS
Home » News » L'accessibilità tra turismo, sport e sicurezza inclusiva
 
Maniago (PN) - 14.07.2018
FRIULI VENEZIA GIULIA
L'accessibilità tra turismo, sport e sicurezza inclusiva

“Lo sport è indiscutibilmente uno strumento capace di mettere in contatto e relazione realtà spesso diverse tra loro – siano queste culturali, religiose, ideologiche e non solo – contribuendo in tal modo a rafforzare la coesione e l’inclusione sociale”. Lo scrive Stefano Zanut, architetto, dirigente dei Vigili del fuoco e consigliere di Italia Cerpa onlus, nel fare il resoconto del convegno “Strutture ricettive e territorio: tra ospitalità, sport e sicurezza inclusiva”, organizzato a Maniago, in provincia di Pordenone, in vista dei Campionati mondiali di paraciclismo, che dal 2 al 5 agosto porteranno nella cittadina friulana oltre 650 atleti provenienti da 45 nazioni. “L’occasione dei Mondiali di paraciclismo – aggiunge Zanut in un intervento pubblicato da Superando – genera un indotto importante nel territorio, che può contribuire a far crescere la consapevolezza di tutti sulle tante sfaccettature che coinvolgono l’inclusione”.

Al convegno, organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti della Provincia di Pordenone, ha partecipato un pubblico attento, composto da cittadini, professionisti e rappresentanti di associazioni. Un pubblico in cui erano presenti anche persone sorde, consapevoli della presenza di un interprete Lis. Elisabetta Schiavone, intervenuta a nome del Cerpa e dell’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla), ha rimarcato come per amministratori e operatori turistici sia fondamentale conoscere il territorio per valorizzare le risorse e migliorarne l’accessibilità, con l’obiettivo di incontrare le specifiche necessità di persone con disabilità, bambini, anziani, famiglie e, più in generale, ospiti con aspettative diverse. “Le informazioni oggettive – ha sottolineato – sono alla base dell’ospitalità e della libera scelta da parte dei visitatori che potranno individuare in prima persona soluzioni e itinerari adatti alle proprie esigenze, preferenze e aspettative. Ma per offrire informazioni corrette, è necessario mappare il territorio: l’ambito urbano e i servizi pubblici, gli esercizi aperti al pubblico, gli itinerari turistici culturali, naturalistici, enogastronomici”.

In tal senso, sottolinea Zanut, il Pau (Piano di accessibilità urbana) e il Peba (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) diventano “strumenti fondamentali per conoscere il livello di accessibilità della città e degli edifici che ospitano le funzioni pubbliche, individuando contestualmente soluzioni prestazionali per risolvere le criticità rilevate”.

“Anche la sicurezza – ha aggiunto Schiavone – è un aspetto che dobbiamo imparare a considerare nell’ordinario e non limitandoci alle misure antincendio di locali e impianti aperti al pubblico, ma pensando alla gestione dell’emergenza sul territorio, tenendo conto della presenza di turisti e visitatori occasionali attraverso Piani di emergenza comunali inclusivi”.

Presenti all’incontro di Maniago anche Roberto Vitali, fondatore e presidente della rete V4A (Village for all), e Consuelo Agnesi del Cerpa, che si è soffermata sull’importanza della comunicazione inclusiva e multisensoriale: “In ogni contesto può fornire la giusta modalità di dare informazioni: dalla comunicazione ambientale a quella turistica, dalla comunicazione in emergenza a quella dei luoghi e degli eventi culturali, dalla comunicazione dei servizi a quella dedicata all’accoglienza e cosi via. Solo cosi si potrà parlare di partecipazione attiva di ogni cittadino, turista, ospite”.

Il convegno si è concluso con l’intervento di Michele Franz e Paola Pascoli, del Criba (Centro regionale d’informazione sul benessere ambientale) Friuli Venezia Giulia. “Alla fine la sensazione – conclude Zanut – è stata di aver piantato un semino carico di interesse e aspettative, un semino da coltivare con attenzione e innaffiare costantemente anche quando si spegneranno i riflettori sull’importante evento di agosto”.


Tags: stefano zanut |  maniago |  elisabetta schiavone |  consuelo agnesi |  criba fvg |  accessibilità |  inclusione |  sport |  turismo | 



« torna alla lista

CERPA Italia Onlus Sede Legale via Palermo, 23/B - 38122 Trento (I) - tel. +39 0522 1710055
P.Iva 01494480229 - C.f. 96033140227 - Privacy Policy - Credits
Network Cerpa